BRESCIA

VEROLANUOVA - CORSO AGGIORNAMENTO PER GESTORI SALE DA GIOCO E LOCALI CON APPARECCHIATURE PER IL GIOCO

Destinatari: 

Tutti i gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito sono obbligati a frequentare, con esito positivo, un corso di aggiornamento ogni tre anni. Il triennio decorre dalla data apposta sull’attestato di competenza regionale. In via transitoria, l’obbligo formativo deve essere assolto entro il 30/6/2018 per i soli gestori che hanno concluso con esito positivo i corsi obbligatori entro il 31/12/2014.

Per non incorrere in sanzioni, il gestore dovrà frequentare il corso di aggiornamento nel corso dell’anno solare di scadenza dei tre anni (per esempio un gestore che ha concluso il corso obbligatorio il 15 giugno 2015 dovrà frequentare il corso di aggiornamento a partire dall’1 gennaio 2018 ed entro il 31 dicembre 2018).

 

Contenuti: 
  • Sensibilizzare i gestori sull’importanza degli aspetti relazionali;
  • Fornire strumenti utili alla comunicazione con la clientela a rischio di problemi con il gioco d’azzardo;
  • Fornire le conoscenze sulle indicazioni operative utili a ridurre il rischio di problematizzazione del gioco;
  • Fornire strumenti per declinare in modo appropriato le competenze acquisite in relazione alle specifiche caratteristiche (struttura, tipologia dei giochi proposti, peculiarità della clientela ecc.) dei diversi contesti di gioco (ad es. pubblici esercizi versus sale VLT).
Requisiti di ammissione: 

Al fine dell’iscrizione al corso di aggiornamento è necessario avere frequentato il corso obbligatorio di 4 ore regolamentato dalla D.g.r. 31 ottobre 2014 - n. X/2573 e acquisito l’attestato di competenza regionale. L’iscrizione potrà avvenire unicamente previa presentazione dell’attestato di competenza ovvero, in assenza dello stesso, previa autocertificazione in cui l’allievo, sotto la propria responsabilità, dichiara l’avvenuta acquisizione dell’attestato relativo al percorso obbligatorio delle 4 ore.

Durata e orario: 

Durata:

2 ore
 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del percorso e previa verifica ai sensi del Dduo 12453/2012 verrà rilasciato l’attestato di avvenuta formazione.

Riferimenti Normativi: 

Art. 9 comma 1 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8.

Data Esecuzione: 
Ven, 22/06/2018 - 13:30

CORSO AGGIORNAMENTO PER GESTORI SALE DA GIOCO E LOCALI CON APPARECCHIATURE PER IL GIOCO

Destinatari: 

Tutti i gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito sono obbligati a frequentare, con esito positivo, un corso di aggiornamento ogni tre anni. Il triennio decorre dalla data apposta sull’attestato di competenza regionale. In via transitoria, l’obbligo formativo deve essere assolto entro il 30/6/2018 per i soli gestori che hanno concluso con esito positivo i corsi obbligatori entro il 31/12/2014.

Per non incorrere in sanzioni, il gestore dovrà frequentare il corso di aggiornamento nel corso dell’anno solare di scadenza dei tre anni (per esempio un gestore che ha concluso il corso obbligatorio il 15 giugno 2015 dovrà frequentare il corso di aggiornamento a partire dall’1 gennaio 2018 ed entro il 31 dicembre 2018).

 

Contenuti: 
  • Sensibilizzare i gestori sull’importanza degli aspetti relazionali;
  • Fornire strumenti utili alla comunicazione con la clientela a rischio di problemi con il gioco d’azzardo;
  • Fornire le conoscenze sulle indicazioni operative utili a ridurre il rischio di problematizzazione del gioco;
  • Fornire strumenti per declinare in modo appropriato le competenze acquisite in relazione alle specifiche caratteristiche (struttura, tipologia dei giochi proposti, peculiarità della clientela ecc.) dei diversi contesti di gioco (ad es. pubblici esercizi versus sale VLT).
Requisiti di ammissione: 

Al fine dell’iscrizione al corso di aggiornamento è necessario avere frequentato il corso obbligatorio di 4 ore regolamentato dalla D.g.r. 31 ottobre 2014 - n. X/2573 e acquisito l’attestato di competenza regionale. L’iscrizione potrà avvenire unicamente previa presentazione dell’attestato di competenza ovvero, in assenza dello stesso, previa autocertificazione in cui l’allievo, sotto la propria responsabilità, dichiara l’avvenuta acquisizione dell’attestato relativo al percorso obbligatorio delle 4 ore.

Durata e orario: 

Durata:

2 ore
 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del percorso e previa verifica ai sensi del Dduo 12453/2012 verrà rilasciato l’attestato di avvenuta formazione.

Riferimenti Normativi: 

Art. 9 comma 1 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8.

Data Esecuzione: 
Ven, 08/06/2018 - 13:30

Verolanuova - Corso di aggiornamento per addetti all'utilizzo di Carrelli Elevatori industriali Semoventi

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività il carrello elevatore.
Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

Obiettivi: 

Assolvere l'obbligo di aggiornare la formazione pregressa (composta da modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell'apprendimento) come previsto dall'Accordo Stato - Regioni per l'utilizzo delle attrezzature di lavoro (art. 73 del D.Lgs 81/08 - Accordo Stato Regioni del 22.02.2012.

Contenuti: 

Contenuti conformi a quanto disposto dall'art. 73 del D.Lgs 81/08

  • L'utilizzo del carrello
  • La manutenzione
  • La verifica giornaliera
  • Il carico e lo stoccaggio
  • La circolazione
  • Argomenti relativi ai moduli pratici previsti dall'Accordo Stato Regioni del 22.02.2012

 

Durata e orario: 

4 ore di formazione teorica di cui 3 ore relative ai moduli pratici

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente:

a) alle condizioni di impiego delle attrezzature;
b) alle situazioni anormali prevedibili.
 

Data Esecuzione: 
Gio, 24/05/2018 - 13:30

Corso di formazione teorico - pratico per addetti alla conduzione di carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi.

Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.
 

Obiettivi: 

Il corso ha lo scopo di formare i lavoratori nell’utilizzo del carrello elevatore, ad individuare le situazioni di maggior rischio ed intraprendere quelle azioni necessarie per operare in sicurezza.

Contenuti: 

Modulo giuridico – normativo (1ora) 
• Presentazione del corso: cenni sul quadro normativo di riferimento (art. 36-37 art. 73 del D.Lgs81/08);
Modulo Tecnico (7ore) 
• Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno; 
• Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi; 
• Nozioni elementari di fisica: valutazione dei carichi movimentati, concetto di stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello.
Portata del carrello elevatore; 
• Tecnologia dei carrelli semoventi;
• Componenti principali: Forche e/o organi di presa, montanti di sollevamento. Posto di guida con 
• descrizione del sedile, degli organi di comando, dei dispositivi di segnalazione e controllo, freni. Ruote 
• e tipologie di gommatura. Fonti di energia. Contrappeso. 
• Sistemi di ricarica batterie; 
• Dispositivi di Comando e di sicurezza;
• Le condizioni di equilibrio: fattori che influenzano la stabilità;
• Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche;
• Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: 
o All’ambiente di lavoro; 
o Al rapporto uomo/macchina; 
o Allo stato di salute del guidatore; 
• Al termine dei moduli teorici si svolgerà un prova di verifica consistente in un questionario a risposta multipla;
Modulo pratico (8ore) 
• Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze;
• Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di 
  uso del carrello;
• Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione del carrello, presa del carico, trasporto nella varie situazioni, sosta del carrello, ecc..) 

Al termine del modulo pratico si terrà una prova di verifica finale per ogni partecipante. 

 

Durata e orario: 

16 ore di formazione di cui 8 di formazione pratica

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente: 

a) alle condizioni di impiego delle attrezzature; 
b) alle situazioni anormali prevedibili
.

 

Data Esecuzione: 
Gio, 17/05/2018 - 13:30

Corso di Integrazione per Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi (da aggiornamento basso rischio ad aggiornamento medio rischio - 4 ore)

Destinatari: 

Datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi che hanno già frequentato il corso di aggiornamento RSPP e che ora devono integrarlo secondo quanto previsto dal nuovo Accordo Stato Regioni del 07 luglio 2016.

Contenuti: 

Non devono essere riprodotti banalmente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si devono trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti, nei seguenti ambiti:

- Approfondimento tecnico-organizzativo e giuridico-normativi;
- Gestione e organizzazione della sicurezza;
- Decreto legislativo 231/01: la responsabilità amministrativa dell’impresa;
- Decreto legislativo 81/08: Art. 30 modelli di organizzazione e di gestione;
- Approfondimenti riguardanti la valutazione dei rischi;

L’aggiornamento quinquennale deve consentire di specializzare la propria formazione rispetto ai rischi effettivi legati alla propria attività o al proprio settore produttivo di riferimento.

Durata e orario: 

4 ore 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza individuale ad ogni partecipante con verifica di apprendimento. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs. 81/2008, art. 34, Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012 e Accordo sancito il 07 luglio 2016 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Bolzano pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 193 del 19 agosto 2016.

Data Esecuzione: 
Gio, 26/01/2017 - 13:30

Corso di Integrazione per Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi (da aggiornamento basso rischio ad aggiornamento alto rischio - 8 ore)

Destinatari: 

Datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi che hanno già frequentato il corso di aggiornamento RSPP e che ora devono integrarlo secondo quanto previsto dal nuovo Accordo Stato Regioni del 07 luglio 2016.

Contenuti: 

Non devono essere riprodotti banalmente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si devono trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti, nei seguenti ambiti:

- Approfondimento tecnico-organizzativo e giuridico-normativi;
- Gestione e organizzazione della sicurezza;
- Decreto legislativo 231/01: la responsabilità amministrativa dell’impresa;
- Decreto legislativo 81/08: Art. 30 modelli di organizzazione e di gestione;
- Approfondimenti riguardanti la valutazione dei rischi;

L’aggiornamento quinquennale deve consentire di specializzare la propria formazione rispetto ai rischi effettivi legati alla propria attività o al proprio settore produttivo di riferimento.

Durata e orario: 

8 ore 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza individuale ad ogni partecipante con verifica di apprendimento. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs. 81/2008, art. 34, Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012 e Accordo sancito il 07 luglio 2016 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Bolzano pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 193 del 19 agosto 2016.

Data Esecuzione: 
Gio, 19/01/2017 - 13:30

Corso di Aggiornamento per Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi - Livello di Rischio Alto - Settore Costruzioni

Destinatari: 

Datori di lavoro che intendo svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi.
 

Obiettivi: 

Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi (D. Lgs. 81/08).

Contenuti: 

Non devono essere riprodotti banalmente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si devono trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti, nei seguenti ambiti:

  • Approfondimento tecnico-organizzativo e giuridico-normativi;
  • Sistemi di gestione e processi organizzativi;
  • Fonti di rischio compresi quelli di tipo ergonomico;

Tecniche di comunicazione, volte all’informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
L’aggiornamento quinquennale deve consentire di specializzare la propria formazione rispetto ai rischi effettivi legati alla propria attività o al proprio produttivo di riferimento.
 

Durata e orario: 

Livello di Rischio Alto 16 ore (14 ore previste dalla normativa vigente più 2 ore per verifica apprendimento e approfondimenti vari). Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore ATECO 2007 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 (individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002-2007).

Le novità introdotte dal Nuovo Accordo Stato Regioni prevedono che:
- Un datore di lavoro, la cui attività risulti inserita nei macro settori Ateco a rischio alto, secondo quanto individuato dalla tabella dell’accordo del 21 dicembre 2011, può partecipare al modulo di formazione per datore di lavoro che svolge i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio basso, se tutti i lavoratori svolgono esclusivamente attività appartenenti al rischio basso; se tale condizione viene successivamente meno, il datore di lavoro è tenuto ad integrare la propria formazione, in numero di ore e contenuti, avuto riguardo alle mutate condizioni di rischio dell’attività dei propri lavoratori.
- Un datore di lavoro, la cui attività risulta inserita nella tabella dei macro settori Ateco rischio basso, deve partecipare o integrare la formazione per il datore di lavoro, che svolga i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio alto, se ha al suo interno lavoratori che svolgono attività appartenenti ad un livello di rischio alto.
  

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza individuale ad ogni partecipante con verifica di apprendimento. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs. 81/2008, art. 34 Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012

Data Esecuzione: 
Mer, 26/10/2016 - 17:30

CORSO DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSTALLATORI E MANUTENTORI DI IMPIANTI ENERGETICI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI

Destinatari: 

Tutti i responsabili tecnici che sono stati nominati a partire dal 4 agosto 2013 e che sono in possesso dei requisiti tecnico – professionali per l’abilitazione all’installazione e alla manutenzione straordinaria anche di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili devono frequentare il corso di qualificazione di 80 ore specifico per la tipologia FER.

 

Contenuti: 

Il percorso formativo ha una durata complessiva di 80 ore ed è costituito da 3 moduli:
- Teorico, comune alle diverse tecnologie, della durata di 20 ore;
- Teorico, specifico per tecnologia, della durata di 30 ore;
- Teorico-pratico, specifico per tecnologia, della durata di 30 ore;

 

Durata e orario: 

Il singolo percorso formativo ha una durata minima di 80 ore così suddivise:
20 ore per il modulo comune;
60 ore per i moduli specifici, di cui 30 di pratica.

In deroga a quanto sopra previsto, l’ente accreditato può procedere al riconoscimento di crediti formativi e professionali, cumulabili, con conseguente riduzione delle ore del percorso standard, esclusivamente per i moduli specifici, secondo i particolari criteri di seguito riportati.
Ai fini del riconoscimento dei crediti professionali non devono essere computati gli anni del periodo inserimento lavorativo di cui al comma 1, lett. c), dell’art. 4, del DM 37/2008
Crediti professionali:
Attività professionale esercitata in qualità di imprenditore individuale, legale rappresentante o responsabile tecnico nel settore per più di 10 anni: riconoscimento totale del modulo di pratica di 30 ore e riduzione del 50% sul modulo specifico di teoria di 30 ore.
Attività professionale esercitata in qualità di imprenditore individuale, legale rappresentante o responsabile tecnico nel settore da 5 a 10 anni: riconoscimento del 50% modulo di pratica di 30 ore e riduzione del 50% sul modulo specifico di teoria di 30 ore.
Crediti formativi:
Corsi della durata minima pari o superiore a 16 ore frequentati a partire dall’entrata in vigore del D.lgs 3 marzo 2011 n.28 finalizzati all’acquisizione di specifiche competenze sull’installazione e manutenzione straordinaria di impianti a fonti rinnovabili FER: riconoscimento del modulo specifico per lo stesso settore di competenza del 30 % delle ore previste.
Corsi della durata da 8 a 16 ore frequentati a partire dall’entrata in vigore del D.lgs 3 marzo 2011 n. 28 finalizzati all’acquisizione di specifiche competenze sull’installazione e manutenzione straordinaria di impianti a fonti rinnovabili FER: riconoscimento del modulo specifico per lo stesso settore di competenza del 15% delle ore previste;
Per il modulo specifico Pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione di ACS, patentino frigoristi ai sensi del DPR 43/2012 con relativa iscrizione al registro del Ministero dell’Ambiente presso la CCIAA per installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati ad effetto serra: riconoscimento del modulo specifico per lo stesso settore di competenza del 30% delle ore previste.

 

Criteri professionali Modulo Specifico teorico Modulo Specifico pratico
Attività esercitata per più di 10anni 50% delle ore previste 100% delle ore previste
Attività esercitata da 5 a 10 anni 50% delle ore previste 100% delle ore previste
Criteri professionali   Modulo Specifico teorico Modulo Specifico pratico
Corsi di più 16 ore 30% delle ore previste  
Corsi da 8 a 16 ore 15% delle ore previste  
Patentino frigorista 30% delle ore previste  
Certificazione rilasciata: 

La frequenza del corso è obbligatoria all’ 80%. Al termine del percorso, previo esame con apposita Commissione Regionale, l’ente formativo rilascia un attestato di competenza per la tipologia scelta: tale attestato, trasmesso alla Camera di commercio, consentirà la registrazione dell’avvenuta formazione e quindi la conferma dell’abilitazione.

Riferimenti Normativi: 

Formazione obbligatoria impiantisti Fer - Fonti Energia Rinnovabile
Con l’approvazione del Decreto Regionale 8711 del 21/10/2015 viene ufficialmente definita la formazione obbligatoria per il mantenimento dell’abilitazione all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti “FER” (Fonti Energia Rinnovabile).

Documentazione: 

CORSO WEDDING PLANNER

Destinatari: 

Il corso è rivolto a giovani in cerca di lavoro qualificato, a tutti coloro che già hanno un’attività nel settore (ristornati, alberghi, abiti da sposa, bomboniere, fiori, negozi, articoli da regalo ecc.) agenzie di organizzazione eventi, principianti, neodiplomati, e chiunque interessato ad avviare una nuova originale ed interessantissima attività imprenditoriale.
 

Obiettivi: 

Fornire rapidamente gli elementi di base per saper progettare, organizzare e gestire a 360° l’evento “Matrimonio” e acquisire le competenze indispensabili per accedere al mestiere Wedding Planner. Tale preparazione sarà affrontata in maniera estremamente pratica applicativa tramite continue esercitazioni: si svolge presso laboratori professionali e in locali per eventi, accanto a Weeding Planner professionisti.

Contenuti: 

MODULO BASE 18 ORE:
Professione Weeding Planner: l’origine della professione: quando, dove e perché nasce – la percezione della professione. Requisiti personali e professionali, le attitudini, il profilo del perfetto Wedding Planner, analisi delle diverse tipologie di clienti, la formazione professionale.
Pianificazione dell’attività: l’analisi di mercato, la sede e gli strumenti di lavoro, preparazione e creazione del Business Plan, tipologie dei servizi offerti, modalità del servizio, l’importanza dell’immagine: l’immagine aziendale, l’immagine di sé, il sito internet – la comunicazione: il ruolo della comunicazione, cosa si vuol comunicare, gli strumenti di comunicazione, il passaparola.
Le attività operative: le attività di marketing e tecniche di vendita, l’organizzazione dell’evento: studio di tutte le fasi necessarie a realizzare un evento di successo, la comunicazione degli eventi e le diverse tipologie di eventi (spettacoli, meeting, matrimoni ecc.)

MODULO AVANZATO 18 ORE:
La gestione del cliente: l’incontro conoscitivo, la progettazione dell’evento, la definizione e creazione di un budget, i principali strumenti di gestione.
La scelta dei Servizi e Fornitori: servizi fotografici, allestimenti floreali e decorazioni, la ristorazione, le locations, gli abiti, il Bon Ton e il galateo.
Le regole del Banqueting: le diverse tipologie di servizio, le diverse tipologie di ricevimento, le diverse tipologie di Mise en Place (messa a posto) e la presentazione dei diversi menù.

Durata e orario: 

Il corso avrà una durata di 36 ore. - ogni singola lezione sarà da 4 ore.
 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà rilasciato a tutti i partecipanti che hanno frequentato il 75% del monte ore previsto l’attestato di frequenza.

Corso di aggiornamento per addetto PEI - PES PAV

Destinatari: 

Il corso di aggiornamento per addetti ai lavori elettrici PES - PAV - PEI ai sensi della Nuova Norma CEI 11-27 IV edizione ha la durata di 6 ore.

Contenuti: 

Contenuti del corso di Aggiornamento CEI 11-27 2014;
- Scopo e campo di applicazione della Nuova Norma CEI 11-27:2014 e della Nuova Norma CEI EN 50110-1:2014;
- Le figure definite dalla Norma CEI 11-27 2014 (URI, RI, URL e PL);
- Le nuove definizioni delle zone di lavoro elettrico e di lavoro non elettrico;
- La gestione dei lavori non elettrici con rischio elettrico;
- Procedure per l'esercizio degli impianti elettrici (controlli funzionali, manovra di esercizio) e per l'individuazione dei profili professionali;
- Procedure per lavori sotto tensione, fuori tensione ed in prossimità;
- La gestione delle situazioni di emergenza secondo le Norme CEI 11-27:2014 e CEI EN 50110-1:2014;
- Esercitazione pratica sulla pianificazione dei lavori elettrici (piano di lavoro, piano di intervento, consegna e restituzione impianto);
- Esempi di esecuzione di lavori elettrici in conformità alla Norma CEI 11-27:2014: misure elettriche, lavori elettrici fuori tensione e sotto tensione su quadri ad uso industriale;

Test di verifica finale.

Aggiornare con riferimento alla Nuova Norma CEI 11-27 2014 e alla Norma CEI EN 50110-1:2014 la preparazione del personale che svolge lavori elettrici (Persone Esperte PES, Persone Avvertite PAV e idonei ai lavori sotto tensione PEI) con particolare riguardo al possesso delle necessarie conoscenze e modalità di organizzazione e conduzione dei lavori elettrici, anche con riferimento a prove riconducibili a situazioni impiantistiche reali. 
Consolidare le conoscenze per l’operatività sulle tecniche di lavoro elettrico sotto tensione.

 

Durata e orario: 

6 ore

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio.

Riferimenti Normativi: 

Il corso di aggiornamento CEI 11-27, valido come aggiornamento Lavoratori e Preposti ai sensi dell'Accordo Stato Regioni del 21/12/11, si rivolge a Persone Esperte (PES), Persone Avvertite (PAV) e Persone Idonee (PEI), che nell'ambito della loro attività eseguono lavori su impianti elettrici fuori tensione, in prossimità o sotto tensione per tensioni fino a 1000 V in c.a. e 1500 V in c.c., sia lavori in prossimità o fuori tensione su impianti in alta tensione.
Il corso di aggiornamento è rivolto anche ai Responsabili dell'Impianto per i lavori (RI) e ai Preposti alla conduzione dei lavori (PL) di cui alla Norma CEI 11-27:2014.

Data Esecuzione: 
Ven, 07/04/2017 - 15:30
Condividi contenuti

Training Center