BRESCIA

Corso di aggiornamento per lavoratori addetti alla conduzione di gru su autocarro

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività gru su autocarro.

Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.
 

Obiettivi: 

Assolvere l’obbligo di aggiornare la formazione pregressa (composta da modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento) come previsto dall’Accordo Stato – Regioni per l’utilizzo delle attrezzature di lavoro - art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi - Accordo Stato Regioni del 22.02.2012). 

Contenuti: 

Contenuti conformi a quanto disposto dall’art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi
• L’utilizzo delle attrezzature 
• La manutenzione 
• La verifica giornaliera 
• Il carico e lo stoccaggio 
• La circolazione 
• Argomenti relativi ai moduli pratici previsti dall’Accordo Stato Regioni del 22.02.2012 

 

 

Durata e orario: 

4 ore di formazione teorica di cui 3 ore relative ai moduli pratici

Certificazione rilasciata: 

Attestato di frequenza 
 

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente: 
a) alle condizioni di impiego delle attrezzature; 
b) alle situazioni anormali prevedibili.

 

Data Esecuzione: 
Mar, 30/10/2018 - 13:30

Corsi di aggiornamento per lavoratori addetti alla conduzione di GRU A TORRE a rotazione bassa e alta

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività gru a torre a rotazione bassa e alta. 

Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

 

Obiettivi: 

Assolvere l’obbligo di aggiornare la formazione pregressa (composta da modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento) come previsto dall’Accordo Stato – Regioni per l’utilizzo delle attrezzature di lavoro - art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi - Accordo Stato Regioni del 22.02.2012. 

Contenuti: 

Contenuti conformi a quanto disposto dall’art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi
• L’utilizzo delle attrezzature 
• La manutenzione 
• La verifica giornaliera 
• Il carico e lo stoccaggio 
• La circolazione 
• Argomenti relativi ai moduli pratici previsti dall’Accordo Stato Regioni del 22.02.2012

 

 

Durata e orario: 

4 ore di formazione teorica di cui 3 ore relative ai moduli pratici

Certificazione rilasciata: 

Attestato di frequenza 

 

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente: 
a) alle condizioni di impiego delle attrezzature; 
b) alle situazioni anormali prevedibili.

 

Data Esecuzione: 
Ven, 09/11/2018 - 13:30

Corso di Aggiornamento per lavoratori addetti all'utilizzo di macchine operatrici (escavatori idraulici, caricatori frontali e terne)

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività macchine operatrici quali escavatori idraulici, caricatori frontali e terne.

Obiettivi: 

Assolvere l’obbligo di aggiornare la formazione pregressa (composta da modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento) entro il 12.03.2015 ( 24 mesi dall’entrata in vigore dell’Accordo Stato – Regioni per l’utilizzo delle attrezzature di lavoro - art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi - Accordo Stato Regioni del 22.02.2012).

Contenuti: 

Contenuti conformi a quanto disposto dall’art. 73 del D.Lgs 81/08 e smi
• L’utilizzo delle attrezzature 
• La manutenzione 
• La verifica giornaliera 
• Il carico e lo stoccaggio 
• La circolazione 
• Argomenti relativi ai moduli pratici previsti dall’Accordo Stato Regioni del 22.02.2012 

 

Durata e orario: 

4 ore di formazione teorica di cui 3 ore relative ai moduli pratici 

Certificazione rilasciata: 

Attestato di frequenza 

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente:
a) alle condizioni di impiego delle attrezzature;
b) alle situazioni anormali prevedibili.
 

Data Esecuzione: 
Lun, 29/10/2018 - 13:30

Corso di Formazione per Operatori Cimiteriali

Destinatari: 

Operatori cimiteriali.

Obiettivi: 

Fornire ai partecipanti le conoscenze su come operare in un cimitero e in particolare su come svolgere le operazioni cimiteriali. Il corso punta a fornire le conoscenze pratiche per poter svolgere l’attività cimiteriale, con una particolare attenzione alle tematiche della sicurezza sul lavoro.
 

Contenuti: 

CONTENUTI DEL CORSO:

• Inquadramento normativo: le norme cimiteriali
• Inquadramento normativo: le norme sulla sicurezza sul lavoro
• Fenomeni cadaverici
• Precauzione igienico-sanitarie durante le diverse operazioni quotidiane svolte in ambito cimiteriale
• Trasporto e custodia salme, operatività e sicurezza
• Caratteristiche dei feretri e dei contenitori utilizzati per il trasporto di: salme, cadaveri, resti, ceneri.
• Inumazioni, fasi operative ed appunti sulla sicurezza
• Esumazioni ordinarie e straordinarie, rimozione dei ricordi marmorei: fasi operative ed appunti sulla sicurezza
• Tumulazioni, fasi operative ed appunti sulla sicurezza
• Estumulazioni, fasi operative ed appunti sulla sicurezza
• Traslazioni
• Dispersione ed affidamento ceneri, accenni
• Pulizia e sistemazione campi, operatività e sicurezza
• Cremazioni, cenni sulla sicurezza.

Durata e orario: 

12 ore 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante

Riferimenti Normativi: 

Regolamento Regionale n. 6 del 09/11/2004, D.Lgs. 81/08 smi.

Data Esecuzione: 
Gio, 27/04/2017 - 09:00

Corso di formazione teorico - pratico per addetti alla conduzione di gru mobili

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività le gru mobili.
Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.
 

Contenuti: 

Modulo giuridico – normativo (1ora)
Presentazione del corso: cenni sul quadro normativo di riferimento (D.Lgs.81/08) con particolare riferimento alle operazioni di movimentazione di carichi. Responsabilità dell’operatore.
Modulo Tecnico (7ore)
• Terminologia, caratteristiche delle gru mobili, loro movimenti e loro equipaggi di sollevamento;
• Principali rischi connessi all’impiego e loro cause:
- Caduta o perdita del carico;
- Perdita di stabilità dell’apparecchio;
- Investimento di persone da parte del carico o dell’apparecchio;
- Rischi connessi con l’ambiente (caratteristiche del terreno, presenza di vento, ostacoli, linee elettriche, ecc.)
- Rischi connessi con l’energia di alimentazione utilizzata (elettrica, idraulica, pneumatica);
- Rischi particolari connessi con utilizzazioni speciali (lavori marittimi o fluviali, lavori ferroviari, ecc.);
- Rischi associati ai sollevamenti multipli.
• Nozioni elementari di fisica per poter stimare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni
di equilibro di un corpo;
• Principali caratteristiche e componenti delle gru mobili;
• Meccanismi, loro caratteristiche e funzioni;
• Condizioni di stabilità di una gru mobile: fattori ed elementi che influenzano la stabilità;
• Contenuti della documentazione e delle targhe segnaletiche in dotazione della gru;
• Utilizzo dei diagrammi e delle tabelle di carico costruttore;
• Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori ed indicatori;
• Principali generali per il posizionamento, la stabilizzazione ed il ripiegamento della gru;
• Segnaletica gestuale.
Al termine dei due moduli teorici (al di fuori dei tempo previsto per i moduli teorici) si terrà una prova intermedia di verifica consistente in un questionario a risposta multipla.

Modulo pratico (7ore)
• Funzionamento di tutti i comandi della gru per il suo spostamento, il suo posizionamento e per la sua
operatività;
• Test di prova dei dispositivi di segnalazione e sicurezza;
• Ispezione della gru, dei circuiti di alimentazione e di comando, delle funi e dei componenti.
• Approntamento della gru per il trasporto o lo spostamento.
• Procedure per la messa in opera e il rimessaggio di accessori, bozzelli, stabilizzatori, contrappesi, ecc..
• Esercitazione di pianificazione dell’operazione di sollevamento tenendo conto delle condizione della gru
e del sito di lavoro;
• Esercitazioni di posizionamento e messa a punto della gru per le operazioni di sollevamento
comprendenti: valutazione della massa del carico, determinazione del raggio, posizionamento della gru rispetto al baricentro del carico, adeguatezza del terreno di supporto della gru, messa in opera di stabilizzatori, livellamento della gru, posizionamento del braccio nell’estensione ed elevazione approvata;
• Manovre della gru senza carico singole e combinate e spostamento con la gru nei modi consentiti;
• Esercitazioni di presa del carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione, degli urti e del
posizionamento del carico;
• Traslazione con carico sospeso con gru mobili su pneumatici;
• Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza);
• Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori ed indicatori;
• Cambio di accessori di sollevamento e del numero di tiri;
• Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali; carichi lunghi e flessibili,
carichi con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni;
• Movimentazione di carichi con accessori di sollevamento speciali;
• Imbracatura dei carichi;
• Manovre di precisione per il sollevamento, il rilascio e di posizionamento dei carichi in posizioni visibili e
non visibili;
• Prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio;
• Esercitazioni sull’uso sicuro, prove, manutenzione e situazioni di emergenza (procedure di avvio e
arresto, fuga sicura, ispezioni regolari e loro registrazioni, tenuta del registro di controllo, controlli giornalieri richiesti dal manuale d’uso, controlli pre-operativi quali: ispezioni visive, lubrificazioni, controllo livelli, prove degli indicatori, allarmi, dispositivi di avvertenza, strumentazione).

Al termine del modulo pratico (al di fuori dei tempo previsto per il modulo pratico) si terrà una prova di verifica finale per ogni partecipante.
 

 

Durata e orario: 

14 ore di formazione di cui 7 di formazione pratica

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio nazionale.
 

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente: 
a) alle condizioni di impiego delle attrezzature; 
b) alle situazioni anormali prevedibili.

 

Data Esecuzione: 
Mar, 21/10/2014 - 14:30

Comunicazione aziendale e gli strumenti del MARKETING

Obiettivi: 

Il percorso formativo intende trasferire ai partecipanti le conoscenze e gli strumenti sulla comunicazione d’impresa e di Marketing, per pianificare e programmare al meglio le azioni per i propri prodotti e servizi, rafforzando l'immagine aziendale.

Contenuti: 

LA COMUNICAZIONE AZIENDALE
Il concetto di organizzazione.
La comunicazione aziendale interna ed esterna
La mission e la vision.

STRUMENTI DI MARKETING
Cos’è il marketing.
L’analisi del mercato e del target di consumatori.
Psicologia del consumatore: il consumatore e le sue aspettative.
Le ricerche di marketing.
Il piano di marketing.
La pubblicità: immagine del prodotto/servizio e immagine aziendale.
Il marketing mix. Advertising, merchandising e direct marketing.
La politica di prezzo e di sconto.
Il marchio e il ciclo di vita del prodotto.
Internet marketing, e-commerce.
 

Durata e orario: 

9 ore

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’attestato di frequenza ad ogni partecipante.

Data Esecuzione: 
Lun, 20/10/2014 - 18:00

Corso di formazione per Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione - MODULO A

Destinatari: 

Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione (di seguito abbreviati in R.S.P.P.) interni (nei casi previsti dall’art. 31 c. 6 del D.lgs 81/08 e s.m.i.) ed esterni.

Obiettivi: 

Il percorso formativo offre una corretta chiave di lettura e di interpretazione delle norme di prevenzione previste dal D.Lgs 81/08 al fine di intraprendere le necessarie misure in merito all’organizzazione delle attività di sicurezza in azienda.
Il corso si propone di fornire le conoscenze relative a:

  • Normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferite a problemi specifici;
  • Soggetti del sistema di prevenzione aziendale, compiti, responsabilità e funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori;
  • Aspetti normativi relativi ai rischi e ai danni da lavoro, misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, criteri metodologici per la valutazione dei rischi, contenuti del documento di valutazione dei rischi, gestione delle emergenze;
  • Modalità con cui organizzare e gestire un sistema di prevenzione aziendale.
Contenuti: 

Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento
La gerarchia delle fonti giuridiche. Le Direttive Europee. La Costituzione, il Codice Civile e il Codice Penale. L’evoluzione della normativa. Statuto dei lavoratori e normativa sull’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali. Il D.Lgs 81/08. La legislazione relativa a: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc. Le norme tecniche UNI, CEI e la loro validità.

I soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità civili e penali
Il Datore di Lavoro, i Dirigenti e i Preposti. Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), gli Addetti del SPP. Il Medico Competente. Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS). Gli addetti alla prevenzione incendi e primo soccorso. I lavoratori autonomi.

Il sistema pubblico della prevenzione
Vigilanza e controllo. Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni. Le verifiche periodiche. Informazione, assistenza e consulenza.

Criteri e strumenti per l’individuazione dei rischi
Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione. Principio di precauzione, clima delle relazioni aziendali, rischio di molestie e mobbing. Analisi degli infortuni. Le fonti statistiche. Informazioni sui criteri, metodi e strumenti per la valutazione dei rischi.

Documento di valutazione dei rischi
Contenuti e specificità. Individuazione e quantificazione dei rischi, misure di prevenzione. Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento.

La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
Rischio da ambienti di lavoro. Rischio elettrico. Rischio meccanico, macchine, attrezzature. Rischio movimento merci. Rischio cadute dall’alto. Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti.

Rischio incendio ed esplosione
Il quadro legislativo antincendio e C.P.I. Gestione delle emergenze elementari.

La valutazione di alcuni rischi specifici
Principali malattie professionali. Rischio cancerogeni e mutageni. Rischio chimico. Rischio biologico. Rischio rumore, rischio vibrazioni, rischio videoterminali, rischio movimentazione manuale dei carichi, rischio da radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. Rischio da campi elettromagnetici. Il microclima. L’illuminazione.

Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio
Il piano delle misure di prevenzione. Il piano e la gestione del primo soccorso. La sorveglianza sanitaria. I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI). La gestione degli appalti. L’informazione, la formazione e l’addestramento dei lavoratori.
 

 

Durata e orario: 

28 ore di formazione

Certificazione rilasciata: 

Al termine del percorso formativo è prevista una verifica orale sulle nozioni apprese in aula. L’esito positivo della verifica finale in forma di colloquio consente, unitamente a una presenza pari almeno al 90 % del monte ore, il rilascio dell’attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs 81/08 in conformità a quanto sancito il 26 gennaio 2006 in sede di conferenza tra i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.

Data Esecuzione: 
Lun, 13/10/2014 - 17:30

Modulo di formazione specifico per preposti con funzione di sorveglianza dei lavoratori addetti ai sitemi di accesso e posizionamento mediante funi

Destinatari: 

I lavoratori che abbiano frequentato i corsi per operatori all’effettuazione di lavori su funi possono accedere a questo modulo aggiuntivo specifico di formazione per “PREPOSTI con funzione di sorveglianza dei lavori” tendente ad offrire gli strumenti utili ad effettuare le operazioni di programmazione, controllo e coordinamento dei lavori della squadra loro affidata.

 

Obiettivi: 

Formare i lavoratori che hanno già effettuato i corsi per operatori all’effettuazione di lavori su funi per offrigli gli strumenti di coordinamento dei lavori della squadra loro affidata in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 116 del T.U. D.lgs 81/08.
 

Contenuti: 

Modulo Formativo per Preposti ai lavori su fune:

  • Cenni sui criteri di valutazione delle condizioni operative e dei rischi presenti sui luoghi di lavoro;
  • Cenni su criteri di scelta delle procedure e delle tecniche operative in relazione alle misure di prevenzione e protezione adottabili;
  • Organizzazione dell’attività di squadra anche in relazione a macchine e attrezzature utilizzate ordinariamente e cenni di sicurezza nell’interazione con mezzi d’opera o attività di elitrasporto;
  • Modalità di scelta e di controllo degli ancoraggi, uso dei DPI e corrette tecniche operative.
  • Modalità di verifica dell’idoneità e buona conversazione (giornaliera e periodica) dei DPI e delle attrezzature e responsabilità.
  • Ruolo dell’operatore con funzione di sorveglianza dei lavori nella gestione delle emergenze.
Requisiti di ammissione: 

Maggiore età.

Durata e orario: 

8 ore di formazione

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio.

NORME DI SICUREZZA PER LA PROVA PRATICA da rispettare per ogni partecipante:

  • indossare scarpe antinfortunistiche e abbigliamento idoneo (pantaloni lunghi e abiti che non impediscano i movimenti);
  • non indossare monili;
     
  • adottare comportamenti sicuri e non prendere iniziative personali, rispettando altresì le eventuali ulteriori indicazioni di sicurezza fornite dal docente durante il corso;
     
  • indossare i dispositivi di protezione individuali specifici distribuiti durante il corso.

     

Riferimenti Normativi: 

IN OTTEMPERANZA A QUANTO DISPOSTO DALL’ART. 116 comma 4 DEL D.LGS 81/08

 

Data Esecuzione: 
Ven, 26/09/2014 - 08:00

Corso di formazione teorico - pratico per lavoratori addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi

Destinatari: 

Lavoratori adibiti a lavori temporanei in quota con impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi alle quali sono direttamente sostenuti; 
Operatori con funzione di sorveglianza dei lavori di cui al punto a)come richiesto dal comma 1 lettera e) dell’art. 116; 
Eventuali altre figure interessate (datori di lavoro, lavoratori autonomi, personale di vigilanza ed ispezione ecc.). 
Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

 

Obiettivi: 

Formare i lavoratori in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 116 del T.U. D.lgs 81/08
Addestrare i lavoratori addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi.
Accrescere il livello di sicurezza dei lavoratori
 

Contenuti: 

• Modulo Base: Teorico – Pratico
• Presentazione del corso. Normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento ai cantieri edili ed ai lavori in quota.
• Analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nei lavori in quota (rischi ambientali, di caduta dall’alto e sospensione, da uso di attrezzature e sostanze particolari, ecc..)
• DPI specifici per lavori su funi a) imbracature e caschi – b) funi, cordini, fettucce, assorbitori di energia – c) connettori, freni, bloccanti, carrucole riferiti ad accesso, posizionamento e sospensione. Loro idoneità è compatibilità con attrezzature e sostanze; manutenzione (verifica giornaliera e periodica, pulizia e stoccaggio, responsabilità).
• Classificazione normativa e tecniche di realizzazione degli ancoraggi e dei frazionamenti.
• Illustrazione delle più frequenti tipologie di lavoro con funi, suddivisione in funzione delle modalità di accesso e di uscita dalla zona di lavoro.
• Tecniche e procedure operative con accesso dall’alt, di caldaia o discesa su funi e tecniche di accesso e di uscita dalla zona di lavoro.
• Rischi e modalità di protezione delle funi (spigoli, nodi, usura)
• Organizzazione del lavoro in squadra, compiti degli operatori e modalità di comunicazione.
• Elementi di primo soccorso e procedure operative di salvataggio: illustrazione del contenuto del kit di recupero e della sua utilizzazione.

• Modulo A – Specifico Pratico (Per l’accesso e il lavoro in sospensione in siti naturali o artificiali)
• Movimento su linee di accesso fisse (superamento dei frazionamenti, salita in sicurezza di scale fisse, tralicci e lungo funi).
• Applicazione di tecniche di posizionamento dell’operatore.
• Accesso in sicurezza ai luoghi di realizzazione degli ancoraggi.
• Realizzazione di ancoraggi e frazionamenti su strutture artificiali o su elementi naturali (statici, dinamici, ecc..)
• Esecuzione di calate (operatore sospeso al termine della fune) e discese (operatore in movimento sulla fune già distesa o portata al seguito), anche con frazionamenti.
• Esecuzione di tecniche operative con accesso e uscita situati in alto rispetto alla postazione di lavoro (tecniche di risalita e recupero con paranchi o altre attrezzature specifiche).
• Esecuzione di tecniche operative con accesso e uscita situati in basso rispetto alla postazione di lavoro (posizionamento delle funi, frazionamenti, ecc..).
• Applicazione di tecniche di sollevamento, posizionamento e calata dei materiali.
• Applicazione di tecniche di evacuazione e salvataggio.
 

Requisiti di ammissione: 

Maggiore età.

Durata e orario: 

32 ore di formazione di cui 20 di formazione pratica

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio.

NORME DI SICUREZZA PER LA PROVA PRATICA da rispettare per ogni partecipante:

  • indossare scarpe antinfortunistiche e abbigliamento idoneo (pantaloni lunghi e abiti che non impediscano i movimenti);
  • non indossare monili;
     
  • adottare comportamenti sicuri e non prendere iniziative personali, rispettando altresì le eventuali ulteriori indicazioni di sicurezza fornite dal docente durante il corso;
     
  • indossare i dispositivi di protezione individuali specifici distribuiti durante il corso.
Riferimenti Normativi: 

IN OTTEMPERANZA A QUANTO DISPOSTO DALL’ART. 116 comma 4 DEL D.LGS 81/08

 

Data Esecuzione: 
Lun, 22/09/2014 - 08:00

Corso d'inglese turistico

Contenuti: 

Il corso si propone di fornire un approccio comunicativo le cui funzioni verranno sviluppate in contesti diversificati: lettura brani, scrittura di lettere e brevi testi, lavori di coppia, attività per l’ampliamento del vocabolario di base nel contesto di situazioni lavorative reali.
Il partecipante sarà quindi in grado di interagire con la classe discutendo di argomenti vari come: descrivere luoghi, chiedere informazioni stradali per raggiungere ristoranti, punti di ristoro, bar, musei, strutture pubbliche e potere soddisfare bisogni di prima necessità e chiedere informazioni su come muoversi.
Il corso si propone il duplice obiettivo di sviluppare quindi una competenza linguistica relativa alle situazioni comuni della vita quotidiana e di presentare, in modo sistematico, le strutture sintattico-grammaticali di livello pre-intermedio.
 

Data Esecuzione: 
Mer, 16/07/2014 - 17:30
Condividi contenuti

Training Center