BRESCIA

Operatore Socio Sanitario (OSS)

Destinatari: 

Tutti coloro che vogliono operare nel settore sanitario e in quello sociale, e dunque a operare presso ospedali, centri di accoglienza, enti pubblici e privati, residenze per anziani, cooperative; ed anche ad offrire assistenza domiciliare e alla famiglia.

Obiettivi: 

OSS: chi è?
L'OSS è l’operatore sanitario che, a seguito della frequenza a un corso di formazione professionale specifico e del conseguimento dell'attestato di competenza, svolge attività finalizzate a soddisfare i bisogni primari della persona in un contesto sia sociale sia sanitario e a favorirne il benessere e l'autonomia.
Le aree di sua competenza sono:

  • assistenza diretta alla persona
  • collaborazione in attività di supporto diagnostico e terapeutico
  • interventi di aiuto domestico e alberghiero
  • interventi di informazione su servizi del territorio e disbrigo di pratiche burocratiche

OSS: dove opera?
L’operatore socio sanitario opera nel settore sociale e in quello sanitario, in servizi di tipo socio assistenziale e socio sanitario, in ambito ospedaliero, residenziale e domiciliare.  

Contenuti: 

I corsi formano figure qualificate nei campi dell'assistenza agli anziani, ai disabili e ai tossicodipendenti

Requisiti di ammissione: 
  • maggiore età
  • titolo di studio: diploma di scuola secondaria superiore o, in alternativa, qualifica di durata triennale o qualifica professionale rilasciata al termine di percorsi biennali di prima formazione
  • certificato medico di idoneità fisica alla mansione per gli allievi stranieri, buona conoscenza della lingua italiana scritta e orale
Durata e orario: 

Durata:
1000 ore (teoria: 450 ore — esercitazioni: 100 ore — tirocinio: 450 ore)


Orario/Frequenza:
Fascia serale, dalle ore 18.00 alle 22.00. La frequenza al corso è obbligatoria e non saranno ammessi all’esame finale coloro che avranno superato il 10% di assenze.

Certificazione rilasciata: 

Tirocinio: da svolgersi in ambito ospedaliero e socio sanitario.

Esame finale: al termine del corso gli allievi sosterranno un esame al superamento del quale verrà rilasciato un attestato di competenza. 

Operatore funebre

Destinatari: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 1° grado


Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Obiettivi: 

L'operatore funebre (necroforo) si occupa della persona defunta dal momento in cui è rilasciata ai parenti per le esequie fino alla destinazione ultima; opera su richiesta dei parenti in sale del commiato, presso camere mortuarie e/o domicilio; svolge la propria attività in collaborazione con altri operatori del settore funerario e agisce su indicazioni fornite dal Direttore tecnico.
L'operatore funebre nell'esercizio dell'attività deve porre particolare attenzione ad evitare rischi connessi alla pratica funebre: deve quindi acquisire adeguate conoscenze ed abilità in materia di normative igeinico-sanitarie a tutela della salute propria e di terzi.

COMPETENZE:
Esecuzione del servizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale
Predisporre e gestire l'accoglienza del cliente
 

Contenuti: 

Esecuzione del sevizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale

Conoscenze:

  • Normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori
  • Nozioni igienico-sanitarie nell'ambito dell'attività funebre, compresi i sistemi di sanificazone e disinfezione
  • Nozioni sul trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Attrezzature e strumenti impiegati nell'attività funebre

Abilità:

  • Applicare norme, disposizioni e procedure sulla sicurezza e igiene nell'ambito dell'attività funebre
  • Applicare tecniche e procedure per il trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Applicare procedure di sanificazione e sterilizzazione di ambienti, materiali ed apparecchiature
  • Applicare tecniche di prevenzione sanitaria

Predisporre e gestire l'accoglienza del cliente

Conoscenze:

  • Tecniche assistenza e accoglienza clienti
  • Comunicazione empatica
  • Tecniche di negoziazione
  • Elementi di psicologia sociale
  • Normativa in materia della privacy

Abilità:

  • Applicare tecniche di comunicazione efficace
  • Applicare tecniche di ascolto attivo
  • Applicare tecniche di comunicazione interpersonale
  • Applicare tecniche di interazione col Cliente
  • Applicare tecniche di accoglienza della clientela
Requisiti di ammissione: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 1° grado


Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Durata e orario: 

Somma totale ore 24

Certificazione rilasciata: 

A seguito di accertamento finale verrà rilasciato l'attestato di competenza regionale.
L'attestato rilasciato non è abilitante all'esercizio dell'attività in questione e non ha spendibilità su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Decreto N. 1331 del 22/02/2012 Regione Lombardia

Data Esecuzione: 
Gio, 23/02/2017 - 17:30

Direttore tecnico addetto alla trattazione affari

Destinatari: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 2° grado


Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Obiettivi: 

Il Direttore tecnico addetto alla trattazione degli affari è dotato di funzioni direttive; è in grado di gestire l'impresa funebre come azienda, curando gli aspetti commerciali e le relazioni di marjketing, svolgendo le pratiche amministrative e gestendo, se presenti, le sedi commerciali.

Le funzioni di direttore tecnico possono essere assunte anche dal titolare o legale rappresentante dell'impresa funebre, previa frequenza del percorso formativo.

COMPETENZE:
Gestire la promozione e l'esercizio dell'attività funebre
Predisporre e gestire l'accoglienza del cliente
Eseguire il confezionamento e il trasporto del feretro
Esecuzione del servizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale

Contenuti: 

Gestire la promozione e l'eserizio dell'attività funebre

Conoscenze:

  • Legislazione specialistica in materia funeraria
  • Norme di regolamentazione dei rapporti di lavoro
  • Elementi di marketing commerciale
  • Nozioni di diritto amministrativo
  • Nozioni di diritto commerciale

Abilità:

  • Applicare tecniche di organizzazione e gestione amministrativa, contabile e fiscale dell'impresa
  • Applicare tecniche di rilevazione Customer satisfaction
  • Applicare tecniche di pianificazione delle attività
  • Applicare tecniche di marketing


Predisporre e gestire l'accoglienza del cliente

Conoscenze:

  • Tecniche assistenza e accoglienza clienti
  • Comunicazione empatica
  • Tecniche di negoziazione
  • Elementi di psicolgia sociale
  • Normativa in materia della privacy

Abilità:

  • Applicare tecniche di comunicazione efficace
  • Applicare tecniche di ascolto attivo
  • Applicare tecniche di comunicazione interpersonale
  • Applicare tecniche di interazione col cliente
  • Applicare tecniche di accoglienza della clientela


Eseguire il confezionamento e il trasporto del feretro

Conoscenze:

  • Elementi di legislazione in materia funeraria
  • Tecniche di confezionamento del feretro
  • Tecniche amministrative di autorizzazioni al trasporto, alla sepoltura e alla cremazione
  • Obblighi connessi al trasporto funebre

Abilità:

  • Applicare tecniche amministrative ed attuative del servizio funebre
  • Applicare tecniche di gestione con ASL e Comuni
  • Applicare tecniche di riconoscimento del cadavere


Esecuzione del servizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale

Conoscenze:

  • Normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori
  • Nozioni igienico-sanitarie nell'ambito dell'attività funebre, compresi i sistemi di sanificazione e disinfezione
  • Nozioni sul trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Attrezzature e strumenti impiegati nell'attività funebre

Abilità:

  • Applicare norme, disposizioni e procedure sulla sicurezza e igiene nell'ambito dell'attività funebre
  • Applicare tecniche e procedure per il trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Applicare procedure di sanificazione e sterilizzazione di ambienti, materiali ed apparecchiature
  • Applicare tecniche di prevenzione sanitaria
Requisiti di ammissione: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 2^ grado o qualifica almeno triennale, anche del sistema di formazione e istruzione professionale.


Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Durata e orario: 

Somma totale ore 60

Certificazione rilasciata: 

A seguito di accertamento finale verrà rilasciato l'attestato di competenza regionale.
L'attestato rilasciato non è abilitante all'esercizio dell'attività in questione e non ha spendibilità su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Decreto N. 1331 del 22/02/2012 Regione Lombardia

Data Esecuzione: 
Gio, 23/02/2017 - 17:30

Addetto al trasporto cadavere

Destinatari: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 1° grado


Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Obiettivi: 

L'operatore funebre addetto al trasporto di cadavere è in grado di svolgere le pratiche amministrative relative all'autorizzazione al trasporto e cura l'integrità del feretro.
L'operatore funebre addetto al trasporto di cadevere nell'esercizio dell'attività deve porre particolare attenzione ad evitare i rischi connessi alla pratica funebre: deve quindiacquisire adeguate conoscenze ed abilità in materia di normative igienico-sanitarie a tutela della salute propria e di terzi.

COMPETENZE:
Eseguire il confezionamento e il trasporto del feretro
Esecuzione del servizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale

Contenuti: 

Eseguire il confenzionamento e il trasporto del feretro

Conoscenze:

  • Elementi di legislazione in materia funeraria
  • Tecniche di confezionamento del feretro
  • Tecniche amministrative di autorizzazioni al trasporto, alla sepoltura e alla cremazione
  • Obblighi connessi al trasporto funebre

Abilità:

  • Applicare tecniche amministrative ed attuative del servizo funebre nel rispetto della normativa vigente
  • Applicare tecniche di gestione con Asl e Comuni
  • Applicare tecniche di riconoscimento del cadavere

Esecuzione del sevizio funebre nel rispetto delle norme di salute e sicurezza sul lavoro e di salvaguardia ambientale

Conoscenze:

  • Normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori
  • Nozioni igienico-sanitarie nell'ambito dell'attività funebre, compresi i sistemi di sanificazone e disinfezione
  • Nozioni sul trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Attrezzature e strumenti impiegati nell'attività funebre

Abilità:

  • Applicare norme, disposizioni e procedure sulla sicurezza e igiene nell'ambito dell'attività funebre
  • Applicare tecniche e procedure per il trattamento delle salme e dei cadaveri
  • Applicare procedure di sanificazione e sterilizzazione di ambienti, materiali ed apparecchiature
  • Applicare tecniche diprevenzione sanitaria
Requisiti di ammissione: 

Rivolto a tutti i cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio taliano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere compiuto 18 anni al momento dell'iscrizione del corso
  • diploma di scuola secondaria di 1° grado

Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero occorre presentare una dichiarazione di valore che attesti il livello di scolarizzazione.
La dichiarazione di valore è un documento rilasciatodalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo.
Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia.

Durata e orario: 

Ore complessive per AREA FORMATIVA 16 ore e somma totale 36 ore

Certificazione rilasciata: 

A seguito di accertamento finale verrà rilasciato l'attestato di competenza regionale.
L'attestato rilasciato non è abilitante all'esercizio dell'attività in questione e non ha spendibilità su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Decreto N. 1331 del 22/02/2012 Regione Lombardia

Data Esecuzione: 
Gio, 23/02/2017 - 17:30

Corso di Aggiornamento per Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi - Livello di Rischio Medio

Destinatari: 

Datori di lavoro che intendo svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi.

Obiettivi: 

Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi (D. Lgs. 81/08).

Contenuti: 

Livello di Rischio Medio 10 ore. Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore ATECO 2007 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 (individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002-2007).

Le novità introdotte dal Nuovo Accordo Stato Regioni prevedono che:
- Un datore di lavoro, la cui attività risulti inserita nei macro settori Ateco a rischio medio / alto, secondo quanto individuato dalla tabella dell’accordo del 21 dicembre 2011, può partecipare al modulo di formazione per datore di lavoro che svolge i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio basso, se tutti i lavoratori svolgono esclusivamente attività appartenenti al rischio basso; se tale condizione viene successivamente meno, il datore di lavoro è tenuto ad integrare la propria formazione, in numero di ore e contenuti, avuto riguardo alle mutate condizioni di rischio dell’attività dei propri lavoratori.
- Un datore di lavoro, la cui attività risulta inserita nella tabella dei macro settori Ateco rischio basso, deve partecipare o integrare la formazione per il datore di lavoro, che svolga i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio alto, se ha al suo interno lavoratori che svolgono attività appartenenti ad un livello di rischio medio / alto.

  

Durata e orario: 

Livello di Rischio Medio 10 ore. Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore ATECO 2007 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 (individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002-2007).

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza individuale ad ogni partecipante con verifica di apprendimento. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs. 81/2008, art. 34 Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012

Data Esecuzione: 
Mer, 24/10/2018 - 13:30

Corso di Aggiornamento per Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi - Livello di Rischio Basso

Destinatari: 

Datori di lavoro che intendo svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi.

Obiettivi: 

Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi (D. Lgs. 81/08).

Contenuti: 

Non devono essere riprodotti banalmente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si devono trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti, nei seguenti ambiti:

  • Approfondimento tecnico-organizzativo e giuridico-normativi;
  • Sistemi di gestione e processi organizzativi;
  • Fonti di rischio compresi quelli di tipo ergonomico;

Tecniche di comunicazione, volte all’informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
L’aggiornamento quinquennale deve consentire di specializzare la propria formazione rispetto ai rischi effettivi legati alla propria attività o al proprio produttivo di riferimento.

Durata e orario: 

Livello di Rischio Basso 6 ore. Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore ATECO 2007 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 (individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002-2007).
Le novità introdotte dal Nuovo Accordo Stato Regioni prevedono che:
- Un datore di lavoro, la cui attività risulti inserita nei macro settori Ateco a rischio medio / alto, secondo quanto individuato dalla tabella dell’accordo del 21 dicembre 2011, può partecipare al modulo di formazione per datore di lavoro che svolge i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio basso, se tutti i lavoratori svolgono esclusivamente attività appartenenti al rischio basso; se tale condizione viene successivamente meno, il datore di lavoro è tenuto ad integrare la propria formazione, in numero di ore e contenuti, avuto riguardo alle mutate condizioni di rischio dell’attività dei propri lavoratori.
- Un datore di lavoro, la cui attività risulta inserita nella tabella dei macro settori Ateco rischio basso, deve partecipare o integrare la formazione per il datore di lavoro, che svolga i compiti del servizio di prevenzione e protezione relativo al livello di rischio alto, se ha al suo interno lavoratori che svolgono attività appartenenti ad un livello di rischio medio / alto.
 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza individuale ad ogni partecipante con verifica di apprendimento. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D.Lgs. 81/2008, art. 34 Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012

Data Esecuzione: 
Ven, 26/10/2018 - 13:30

Corso di formazione teorico - pratico per lavoratori addetti alla conduzione di escavatori, pale caricatrici frontali, terne

Destinatari: 

Titolari, dipendenti, collaboratori che utilizzano per la propria attività macchine movimento terra, quali escavatori idraulici, caricatori frontali e terne. 

Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati previa verifica della comprensione e della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

 

Obiettivi: 

Il corso ha lo scopo di formare i lavoratori nell'utilizzo delle macchina movimento terra, ad individuare le situazioni di maggior rischio ed intraprendere quelle azioni necessarie per operare in sicurezza.

Contenuti: 

Modulo giuridico – normativo (1ora)
• Presentazione del corso: cenni sul quadro normativo di riferimento (art. 36-37 art. 73 del D.Lgs81/08);
Modulo Tecnico (3ore)
• Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di macchine movimento terra;
• Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di
direzione e frenatura, circuiti di comando, impianto idraulico, impianto elettrico.
• Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento,
identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Visibilità dell’attrezzature e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso.
• Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi e funzionali ad inizio ciclo di lavoro.
• Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nel ciclo base
delle attrezzature (rischio di capovolgimento e stabilità statica e dinamica, contatti non intenzionali con organi in movimento e con superfici calde, rischi dovuti alla modalità, ecc..). Avviamento, spostamento, azionamenti, manovre, operazioni con le principali attrezzature di lavoro. Precauzioni da adottare sull’organizzazione dell’area di scavo e lavoro.
• Protezione nei confronti degli agenti fisici: rumore, vibrazioni al corpo intero ed al sistema mano
braccio.

Modulo pratico (12ore)
• Individuazione dei componenti strutturali struttura portante, organi di trasmissione, organi di
propulsione organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici;
• Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e
loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione, conoscenza dei pattern
di comando.
• Controllo pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali delle macchine, dei dispositivi di comando e di
sicurezza
• Pianificazione delle operazioni di campo, scavo e caricamento: pendenze, accesso, ostacoli sul
percorso, tipologia e condizioni del fondo e del terreno, sbancamento, livellamento, scavo, scavo offset, spostamento in pendenza a vuoto ed a carico nominale. Operazioni di movimentazione e
sollevamento carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi
• Esercitazioni di pratiche operative: tecniche di manovra e gestioni delle situazioni di pericolo.
• Uso di escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne. Esercitazioni previste dalla normativa.
• Messa a riposo e trasporto degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne: parcheggio e
rimessaggio (ricovero) in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Salita sul
cartellone di trasporto. Individuazione dei punti di aggancio per il sollevamento.
 

Durata e orario: 

16 ore di formazione di cui 12 di formazione pratica

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio nazionale.

Riferimenti Normativi: 

Art. 73 comma 1 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.: "Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente:
a) alle condizioni di impiego delle attrezzature;
b) alle situazioni anormali prevedibili.
 

 

Data Esecuzione: 
Lun, 29/10/2018 - 13:30

Corso di formazione per Lavoratori - Rischio Medio

Destinatari: 

Lavoratori.
Il presente percorso formativo può costituire riferimento anche ai soggetti di cui all’art. 21, comma 1 del D.Lgs. n. 81/08, tenuto conto di quanto previsto dall’art. 21, comma 2, lettera b) del decreto legislativo n. 81/08.

 

Obiettivi: 

Il modulo di formazione generale costituisce credito formativo permanente.
Con riferimento ai lavoratori è previsto un aggiornamento quinquennale di durata minima di 6 ore per tutti e tre i livelli di rischio individuati ai sensi dell’Allegato 2 del presente Accordo.

Contenuti: 

(da valutare secondo le mansioni esercitate, lo specifico contesto lavorativo, tenuto conto della valutazione dei rischi, delle procedure e le prassi operative in vigore in azienda):

Per la formazione generale
1. Concetti di rischio,
2. Danno,
3. Prevenzione,
4. Protezione,
5. Organizzazione della prevenzione aziendale,
6. Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali,
7. Organi di vigilanza, controllo e assistenza.

Per la formazione specifica
1. Rischi infortuni
2. Meccanici generali
3. Elettrici generali
4. Macchine
5. Attrezzature
6. Cadute dall’alto
7. Rischi esplosione
8. Rischi chimici
9. Nebbie - oli - fumi - vapori - polveri
10. Rischi cancerogeni
11. Rischi fisici
12. Rumore
13. Vibrazioni
14. Radiazioni
15. Microclima e illuminazione
16. Videoterminali
17. DPI organizzazione del lavoro
18. Ambienti di lavoro
19. Stress lavoro correlato
20. Movimentazione manuale carichi
21. Movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi trasporto)
22. Segnaletica
23. Emergenze
24. Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico
25. Procedure esodo e incendi
26. Procedure organizzative per il primo soccorso
27. Incendi e infortuni mancati
 

 

Durata e orario: 

Il percorso è strutturato in una formazione generale ed in una specifica. La formazione generale ha una durata non inferiore alle 4 ore per tutti i settori, e deve essere dedicata alla presentazione dei concetti generali in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro, come specificato alla successiva voce Contenuti.
La formazione specifica ha una durata minima di 4, in funzione dei rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alla conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda, ovvero in base alla classificazione dei settori di cui all’allegato 2 al citato Accordo (Individuazione macro categorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002-2007):

• 12 ore per i settori della classe di rischio medio;

Durata minima complessiva dei corsi di formazione per i lavoratori, in base alla classificazione dei settori di cui all’Allegato 2:

• 4 ore di Formazione Generale + 8 ore di Formazione Specifica per i settori della classe di rischio medio:

TOTALE 12 ORE
 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato di frequenza. Il riconoscimento del corso ed il rilascio delle certificazioni viene compiuto nei modi e nei termini indicati nelle circolari regionali.

Riferimenti Normativi: 

D. Lgs. 81/2008, art 37, comma 2 Accordo sancito il 21 dicembre 2011 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012.

Data Esecuzione: 
Lun, 29/10/2018 - 13:30

Corso di formazione per Installatori di Linee Vita

Destinatari: 

Il corso di formazione, con il relativo “indispensabile” rilascio della “Dichiarazione di corretto montaggio”, è rivolto a coloro che intendono installare “Linee Vita” che operano con DPI anticaduta.

Contenuti: 

Focus sulla sicurezza;
Sistema sanzionatorio D.lgs. 81-responsabilità;
La norma UNI EN 795, il posizionamento dei dispositivi anticaduta, esempi di installazione;
Criteri di progettazione;
Introduzione alle problematiche di installazione;
Il fissaggio strutturale:
il corretto fissaggio, tecniche, problematiche, verifiche e le tipologie di possibile fissaggio, prove tecniche sulla qualità del fissaggio;
Esercitazioni di installazione su supporti di vario tipo;
Verifiche del corretto funzionamento post installazione;
Certificazione di conformità dell’installazione;
Verifiche del corretto funzionamento post installazione;
 

Durata e orario: 

6 ore 

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante.
 

Riferimenti Normativi: 

Assolvere all’obbligo di formazione e addestramento imposto dagli artt. 76 e 77 comma 4, lettera “a” e ”h” e comma 5, lettera ”a” del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. agli installatori e agli utilizzatori delle “Linee Vita” per il rilascio della “Dichiarazione di Corretto Montaggio”.  

Data Esecuzione: 
Ven, 01/12/2017 - 09:00

Corso di Aggiornamento biennale in materia di igiene e sanità pubblica

Destinatari: 

Quanti svolgono o devono svolgere attività di produzione, somministrazione, preparazione, trasformazione, vendita e distribuzione di prodotti alimentari.
L’obbligo di formazione riguarda:titolari, collaboratori (anche familiari, stagionali e occasionali) soci, associati in partecipazione e dipendenti. Gli obblighi formativi, riguardano anche il personale non dipendente, ma che viene reclutato, anche per prestazioni occasionali, tramite aziende fornitrici di servizi o simili.

Obiettivi: 

Abilitazione igienico – sanitaria

Contenuti: 
  • La normativa sull’igiene
  • Le vie di contaminazione degli alimenti
  • Cenni di microbiologia
  • L’importanza delle temperature
  • Le malattie di origine animale
  • L’igiene nella lavorazione degli alimenti
  • L’importanza della prevenzione
  • Norme di pulizia e disinfezione
  • L’igiene del personale 
Durata e orario: 

2 ORE

Certificazione rilasciata: 

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, valido su tutto il territorio

Data Esecuzione: 
Lun, 22/10/2018 - 13:30
Condividi contenuti

Training Center