skip to Main Content
COMUNICAZIONE ALL’INAIL DELL’ORGANISMO DI VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI MESSA A TERRA
Le aziende di qualunque settore che abbiano al loro interno almeno un lavoratore sono tenute a sottoporre a regolare manutenzione e verifica periodica gli impianti di messa a terra, di protezione contro le scariche atmosferiche e gli impianti in ambienti a rischio esplosione (DPR 462/01).
La periodicità dei controlli può essere biennale, quinquennale e straordinaria.
Si segnala che per tale servizio è stato istituito un tariffario unico, uguale per tutti gli Organismi di verifica, basato sulle “classi di potenza installata” per l’impianto di terra e sul tempo dedicato per la verifica in caso di impianto ATEX e scariche atmosferiche.
Il Decreto Mille Proroghe, dello scorso 31 dicembre 2019, ha introdotto, per le verifiche effettuate a partire dal 01.01.2020, l’obbligo per i Datori di Lavoro di trasmettere all’INAIL il nominativo dell’Organismo incaricato di eseguire i controlli, attraverso l’invio di una comunicazione per il tramite del sistema informatico CIVA.
Fino alla piena operatività del sistema informatico CIVA, la comunicazione andrà effettuata tramite PEC all’ufficio INAIL territorialmente competente ( es. BRESCIA-RICERCA@POSTACERT.INAIL.IT , CREMONA@POSTACERT.INAIL.IT , BERGAMO-RICERCA@POSTACERT.INAIL.IT ..) utilizzando modello da compilare ed allegando la dichiarazione di conformità dell’impianto o, in alternativa, la dichiarazione di rispondenza.

Clicca qui per scaricare il modello –> MODELLO.pdf

Back To Top